BackHome/News/ VICENZAORO JANUARY AGGREGATORE GLOBALE DEL SETTORE JEWELLERY
28/01/2016

VICENZAORO JANUARY AGGREGATORE GLOBALE DEL SETTORE JEWELLERY

VICENZAORO January 2016 è risultata un’edizione molto positiva, siain termini di feedback ricevuti da parte di espositori, buyer, visitatori, opinion leader e trendsetter provenienti da tutti i principali Pesi strategici del settore, sia in termini di attendance, come evidenziano i numeri in crescita. In un contesto molto raffinato, contemporaneo e di facile navigabilità, hanno fatto il loro ingresso 19.381 buyer, generando oltre 35mila presenze, con un traffico complessivo cresciuto del 5%. Gli operatori hanno potuto conoscere le novità di 1500 brand di 31 Paesi e di tutti i distretti orafi italiani, collocati nei 9 padiglioni di Fiera di Vicenza e su 29mila mq di superficie netta. A sottolineare la vocazione sempre più internazionale di Fiera di Vicenza, la crescita del 5% del numero di buyer stranieri, arrivati a 8.774 e provenienti da 130 Paesi. In aumento anche gli operatori italiani, +4,3% per un totale di 10.607, un dato che indica segnali di possibile ripresa del mercato interno.
Ottimi segnali sono giunti anche dal mondo delle tecnologie, dove peraltro il Made in Italy rappresenta l’eccellenza planetaria.
 Analizzando i Paesi di provenienza dei buyer, hanno fatto registrare un’ottima performance alcuni Paesi del Medio Oriente, l’Egitto, l’Iran e gli Emirati Arabi Uniti, un’area tra i primi partner commerciali del Made in Italy in questo settore, così come è risultato positivo l’andamento di quasi tutti gli altri Paesi GCC. In forte crescita il numero di operatori provenienti dagli USA, che conferma la fase di ripresa dell’economia statunitense. In crescita anche i principali paesi dell’Europa (Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Germania, Gran Bretagna, Olanda e Polonia)  mentre la Russia evidenzia ancora una congiuntura economica in contrazione.
Segno più anche per Israele, India, Thailandia, Australia e per buona parte dei paesi dell’America Latina. Si registra invece un calo del numero di buyer provenienti da Cina e Hong Kong, a conferma della fase di rallentamento dell’economia cinese.
Particolare attenzione è stata riservata al mondo della tecnologia.
Durante la Manifestazione si è svolta anche la 39^ edizione di T-GOLD, il più importante Salone internazionale dedicato ai macchinari e alle tecnologie applicate all’oro e ai gioielli, compreso all’interno del distretto Evolution con la presenza 133 aziende, di cui ben 111 italiane.

VICENZAORO January